Home page > Eventi
Eventi
Industrie, Governi e Crisi Globali
Ferrara, 25 - 26 settembre 2009

Questo Convegno è stato preparato in mesi indubbiamente particolari. Mesi segnati dalla crisi, dall'incertezza e  alla preoccupazione per il presente e per il futuro. In questo clima operano le imprese, intervengono governi, vivono milioni di cittadini che interagiscono nel villaggio globale.
In questo scenario sono emerse diverse interpretazioni. Molti evidenziano il fallimento dell'istituzione "Mercato" a cui gli estremismi dominanti avevano affidato troppi compiti e troppe responsabilità. Alcuni, pur in assenza di un "controfattuale", affermano che se non ci fosse stato "il Mercato" il nostro presente sarebbe decisamente peggiore di quello che oggi viviamo. Altri, non celando una certa soddisfazione, sostengono invece che siamo di fronte ad una rivincita per "lo Stato". Altri ancora vanno oltre: ringraziando la crisi che avrebbe messo a nudo le  ontraddizioni di fondo del capitalismo globale contemporaneo, invocano cambi radicali nei comportamenti individuali e collettivi.
Nel frattempo tutti, ovunque, nel mondo anglosassone, in Giappone, in Europa invocano e praticano l'intervento di governo per fronteggiare la crisi.
I governi nazionali e quelli locali diventano protagonisti, la politica industriale sembra essere tornata al centro della scena.
Il radicale cambio di atteggiamento a cui assistiamo, suggerisce un parallelo adeguamento da parte di chi studia l'industria contemporanea. Questo significa proporre con la dovuta rapidità lo sviluppo di analisi capaci di supportare, o criticare, il " neo-interventismo" di cui oggi siamo testimoni.
Se l'attualità ci mostra con chiarezza che i governi intervengono è necessario riflettere con estrema attenzione su quali potrebbero essere, oggi nel contesto contemporaneo, i fondamenti di tale rinnovato interventismo.
Naturalmente, come è chiaro alla tradizione europea, non ci si può limitare ad affrontare il caso delle sovvenzioni e degli aiuti alle imprese. Si tratta al contrario di riprendere la riflessione sugli interventi di politica industriale legati al dominio dei "fallimenti del mercato" ma soprattutto su quelli che hanno a che fare con il ruolo di natura strategica che i governi possono in molte circostanze ricoprire. Riflessione che appare urgente, perché anche nella prospettiva appena richiamata, l'emergenza del momento non può far dimenticare che le problematiche legate ai "fallimenti dei governi" evidenziate dalla teoria economica e politica, rimangono tutte, in gran parte irrisolte, sul tavolo di lavoro degli accademici e dei policy maker. In questo quadro sembrerebbe particolarmente importante provare ad offrire al "neointerventismo" che caratterizza il nostro presente nuove fondamenta attraverso lo sviluppo di linee di ricerca capaci di essere rigorose in termini descrittivi e ambiziose in termini prescrittivi.
In questa prospettiva, in questo trentatreesimo Convegno annuale abbiamo innanzitutto deciso di rafforzare la nostra capacità di lettura dell'industria italiana guardando anche fuori dal nostro paese, concentrandoci nella mattinata di apertura sulla lettura di quanto accade nelle realtà estere a consolidata industrializzazione. Si è quindi deciso di declinare il tema generale del Convegno prevedendo una serie di sessioni di approfondimento, possibili laboratori per lo sviluppo di gruppi di lavoro e di nuove possibili linee di ricerca future: politica industriale e soprattutto sua valutazione; dinamiche di sviluppo locale, produzione e trasferimento di conoscenza; nuova industria, intesa come nuovi paesi e nuovi settori; corporate governance e internazionalizzazione.
Molte sono le sfide che l'attualità propone alle nostre analisi di economia applicata e di economia e politica  industriale. Tra molti di coloro che in questi anni hanno animato la nostra Rivista e che hanno frequentato i nostri convegni, c'è preoccupazione per quanto sta succedendo ma anche entusiasmo nel provare ad offrire un contributo al dibattito. Un contributo di analisi capace di essere innovativo per approccio, rigoroso nella descrizione della realtà contemporanea e propositivo nel suggerire un ventaglio di percorribili soluzioni di politica.

VENERDI' 25 SETTEMBRE

Programma

SESSIONE PLENARIA · Ridotto Teatro Comunale, Corso Martiri della Libertà 5 - Ferrara

9.15·10.15
Iscrizioni, apertura dei lavori e saluti istituzionali
Patrizio Bianchi - Magnifico Rettore, Università degli studi di Ferrara, Tiziano Tagliani - Sindaco Comune di Ferrara Carlo Alberto Roncarati - Presidente CCIAA, Paolo Bonaretti - Presidente Consorzio Spinner, Regione Emilia Romagna Walter Tega - Presidente Fondazione Alma Mater FAM

10.30 ·12.30
INDUSTRIA, GOVERNI E CRISI GLOBALE
Coordina Patrizio Bianchi - Università degli studi di Ferrara
Interventi di: Romano Prodi (Fondazione per la Collaborazione tra i Popoli), Domenico Siniscalco (Morgan Stanley), Robert W. Crandall (Brooking Institutions), Richard Arena (Universty of Nice), Alfred Steinherr (German Institute for Economic Research)

Discussione

13.00·14.00
Buffet presso Sala di San Francesco, Via Savonarola 3 - Ferrara

SESSIONE PLENARIA · Palazzo Renata di Francia, Rettorato Università degli Studi di Ferrara, via Savonarola 9

14.30·16.00
TESTIMONIANZE D'IMPRESA
Coordina Enzo Pontarollo - Università Cattolica Milano
Interventi di: Ezio Vergani (Finder S.p.A.), Giuseppe Miroglio (Gruppo Miroglio), Vilmo Ferioli (CRC/VM), Stefano Porcellini (Biesse)

Discussione

SESSIONI PARALLELE · Palazzo Bevilacqua Costabili, DEIT e Facoltà di Economia Università di Ferrara, via Voltapaletto 11
16.30·18.45
- POLITICA INDUSTRIALE: governi, imprese, territori
- INDUSTRIA LOCALE: regioni, distretti, sviluppo
- L'ALTRA INDUSTRIA: politiche, industrializzazione, "paesi emergenti"
- INDUSTRIA INTERNAZIONALE: internazionalizzazione, investimenti esteri

20.30
Cena sociale de "l'industria"

Per il programma di dettaglio delle sessioni parallele scarica il programma/invito

SABATO 26 SETTEMBRE

Programma

SESSIONI PARALLELE · Palazzo Bevilacqua Costabili, DEIT e Facoltà di Economia Università di Ferrara, via Voltapaletto 11
9.15·11.30
- POLITICA INDUSTRIALE: efficacia e valutazione
- INDUSTRIA LOCALE: innovazione, università e competitività
- L'ALTRA INDUSTRIA: politiche e "nuovi settori"
- INDUSTRIA INTERNAZIONALE: organizzazione internazionale e corporate governance

11.30
Caffè

Per il programma di dettaglio delle sessioni parallele scarica il programma/invito

SESSIONE PLENARIA · Polo Didattico degli Adelardi, Università degli Studi di Ferrara, Via Adelardi 33 - Ferrara

12.00
Tavola rotonda: LE POLITICHE PER L'INDUSTRIA ITALIANA
Tra i Relatori: Giorgio Barba Navaretti (Università di Milano), Andrea Bianchi (Direttore Generale Ministero Sviluppo Economico), Patrizio Bianchi (Università di Ferrara), Armando Campagnoli (Regione Emilia Romagna), Gian Maria Gros-Pietro (LUISS), Giuseppe Morandini (Presidente della Piccola Industria di Confindustria), Riccardo Perissich (Consulente industriale)
Intervento di Enzo Pontarollo - Università Cattolica di Milano e Direttore Rivista l'industria

13.30
Buffet presso Sala di San Francesco, Via Savonarola 3 - Ferrara

Per Partecipare
Per partecipare al seminario è necessaria l'iscrizione on-line, attraverso la compilazione del form di seguito.
Sarà comunque possibile iscriversi direttamente presso la segreteria del seminario il giorno stesso del suo svolgimento.

Per informazioni
Eleonora Filice - 051 209 1982 - 051 209 1990 - Fax 051 209 1981 - e.mail: e.filice@spinner.it
Silvia Passarotto - silvia.passarotto@unife.it



ISCRIVITI ALL'EVENTO
Per iscriverti all'evento è necessaria la registrazione all'area utenti di Spinner.it.

Se sei già registrato effettua il login:

Torna indietro
mese precedente Settembre 2020 mese successivo
L M M G V S D
1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30
Consorzio Spinner - Via Jacopo Barozzi 6/E - 40126 Bologna
Telefono: +39.0516014300 - Fax: +39.051532691 - Email: info@spinner.it
C.F./P.IVA: 02107671204 - Iscritta al R.E.A. 413170
Iscritta al Registro delle Imprese C.C.I.A.A. Bologna 60784